Lorefice a Lorenzin: “Chiarezza sulla morte del piccolo Kledis”

ATTO CAMERA

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/11699

Dati di presentazione dell’atto
Legislatura: 17
Seduta di annuncio: 549 del 18/01/2016
Firmatari
Primo firmatario: LOREFICE MARIALUCIA
Gruppo: MOVIMENTO 5 STELLE
Data firma: 18/01/2016
Destinatari
Ministero destinatario:
  • MINISTERO DELLA SALUTE
Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELLA SALUTE delegato in data 18/01/2016

Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-11699

presentato da

LOREFICE Marialucia

testo di

Lunedì 18 gennaio 2016, seduta n. 549

LOREFICE, SILVIA GIORDANO, DI VITA, COLONNESE, GRILLO, BARONI e MANTERO. — Al Ministro della salute . — Per sapere – premesso che:
il 7 gennaio 2016 all’ospedale Maria Paternò Arezzo di Ragusa Ibla è deceduto un bambino di appena 11 mesi, Kledis Totraku, per cause sconosciute;
da fonti giornalistiche si apprende che qualche giorno prima del decesso il bambino aveva accusato lievi sintomi come mal di pancia, diarrea, vomito e inappetenza e, visitato da un medico, gli era stata diagnosticata una gastroenterite;
peggiorate le sue condizioni di salute i genitori lo hanno portato al pronto soccorso dell’ospedale vile di Ragusa dal quale è stato trasferito all’altro ospedale di Ragusa Ibla. Qui dopo una visita è stato rimandato a casa dai medici che hanno riferito ai genitori che «non era niente di grave»;
tornato a casa il bambino si è sentito nuovamente male ed è stato riportato all’Arezzo dove si è aggravato. Il bambino, dopo aver avuto un’emorragia interna e tre arresti cardiaci, è morto;
pare anche che i medici avessero deciso di trasferirlo all’ospedale di Messina, ma non è stato possibile reperire né l’elicottero di Catania né quello di Caltanissetta, impegnati entrambi in emergenze, né quello di Palermo per difficoltà legate al maltempo;
sull’accaduto stanno indagando i Nas. Inoltre la direzione generale dell’Asp di Ragusa ha proceduto ad avviare un’indagine interna per accertare l’intero iter clinico – assistenziale fin dal ricovero e ha disposto l’accertamento diagnostico per ricercare eventuali ulteriori cause del decesso –:
se sia a conoscenza dei fatti esposti in premessa;
quali iniziative, nell’ambito delle proprie competenze, intenda intraprendere al fine di accertare i fatti e le cause di quanto accaduto;
se non ritenga necessario e opportuno promuovere un’apposita ispezione ministeriale, come accaduto in casi analoghi;
quali iniziative il Ministro abbia avviato o intenda avviare, per quanto di competenza, al fine di evitare che fatti come quelli accaduti all’ospedale Arezzo di Ragusa non abbiano a ripetersi.
(4-11699)

 

Visita il link:

http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=4/11699&ramo=CAMERA&leg=17

culla

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...