I dati dell’Asp 7 sull’incidenza tumori in provincia di Ragusa forniti alla deputata Lorefice

La deputata Marialucia Lorefice ha fatto richiesta all’Asp7 dei dati relativi all’incidenza tumori in provincia di Ragusa.

Questo l’articolo uscito sul quotidiano “La Sicilia”lunedì 6 marzo 2016

 

“I numeri restano invariati in tutto il territorio”

“Siamo numeri o siamo gruppo?” Con questa frase sul gruppo facebook “Uniti contro il Male Oscuro” il coordinatore dello stesso, sig. Riccardo Zingaro, di Acate, lancia il suo chiaro messaggio: “Se facciamo capire che siamo gruppo ci dovranno ascoltare”. Zingaro è stato l’organizzatore insieme ad altri cittadini di Acate della marcia, della manifestazione e del flash mob di ieri pomeriggio. “Troppi morti e malati di tumore ad Acate, bisogna capire perché, bisogna informare i cittadini e fare prevenzione e, di certo, monitorare la situazione geolocalizzando il fenomeno”. Da qui l’idea, sempre di Zingaro e di chi collabora al progetto, di creare un “tavolo tecnico locale di monitoraggio dei tumori ad Acate”.  I numeri relativi ai decessi a causa dei tumori ad Acate, non evidenziano un picco nella cittadina iblea rispetto alle altre città della provincia di Ragusa. I dati relativi all’incidenza dei tumori ad Acate, richiesti dalla parlamentare acatese Vanessa Ferreri all’ ASP 7, fanno riferimento al periodo 1981-2013. Nel periodo in esame si sono registrati ad Acate 770 tumori con un aumento della media di casi per anno, passando da 14.9 a 31.5, dato in linea con il trend provinciale. I decessi sono stati di 541. L’analisi standardizzata di questi dati non evidenzia differenze significative rispetto ai dati del sud-Italia. Nelle conclusioni della relazione fatta dall’Asp 7 si evidenzia che: “I tassi di incidenza di tutti i tumori maligni non evidenziano differenze statisticamente significative rispetto al sud dell’Italia compreso l’elevato tasso di tumori nelle donne del biennio 2012-2013”. Per quanto concerne i dati più generali relativi alla provincia di Ragusa, secondo la relazione fornita dall’Asp 7 alla parlamentare Marialucia Lorefice, Capogruppo M5S Commissione Affari Sociali, i dati relativi al periodo che va dal 1981al 2012 registrano un totale di “40.710 tumori maligni il cui dataset è stato trasmesso e validato dall’Associazione Italiana Registri Tumori e dall’International Agency for Research on Cancer di Lione. I dati sono stati inviati anche al Dipartimento per le Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico Regionale dell’Assessorato della Salute Sicilia”. Attualmente è in fase di raccolta è lavorazione il triennio 2013-2015. “Nel periodo -si legge nella relazione dell’Asp 7 a firma del dott. Rosario Tumino, dirigente medico Asp Ragusa- sono state registrate 9455 nuove diagnosi di tumore maligno in residenti della provincia di Ragusa: 4.992 nel sesso maschile e 4463 nel sesso femminile. Ovviamente -si legge nella relazione dell’Asp 7- i flussi informativi di cause di decesso sono una fonte di informazione per gli stessi registri e rappresentano dei parametri per valutare la qualità del dato di incidenza. Infatti il rapporto mortalità/incidenza è un indicatore di qualità delle attività di registrazione dei tumori. L’aumento della sopravvivenza –si legge ancora nella relazione del dott. Tumino dell’Asp 7- si riflette sul “carico” sanitario oncologico. Infatti, sono aumentati nel corso degli ultimi decenni i pazienti affetti da tumore curati o in corso di cura. La misura epidemiologica più idonea a quantificare questo dato è la prevalenza. In base alle nostre più recenti valutazioni i pazienti viventi e curati per un tumore nella provincia di Ragusa –continua- sono 8988”

 

articolo tumori foto

La tabella e il grafico riportano i casi prevalenti per Comune di residenza e sesso

 

“La voce di chi non c’è”

 

“Uniti contro il Male Oscuro”, i tumori. Marcia molto partecipata ad Acate. Sul palco anche delle sedie vuote, un bastone, un orsacchiotto. Il vuoto, i morti. A spiegare il senso della manifestazione il coordinatore del gruppo fb, Riccardo Zingaro: “Abbiamo un progetto strutturato. Non vogliamo fare allarmismo ma tranquillizzare. Dobbiamo ricreare l’unità tra cittadini e istituzioni. Nessun politico ci ha risposto”. I dati dell’Asp 7 non confermano che ad Acate l’incidenza dei tumori sia più alta di altre città in provincia, quanto conta questo? “I dati sono statistiche, non oggettive ma soggettive. Sono relative. Ne prendiamo atto. Ma ad esempio i decessi che avvengono fuori Acate perché qualcuno va a curarsi altrove, ad esempio, in che proporzione vengono inseriti? Se funziona il nostro progetto i dati saranno reali perché verranno fatti dai medici di base condivisi da un tavolo tecnico. I dati che noi produrremo verranno poi dati all’Asp 7. Per me è molto più reale il progetto che abbiamo in mente. Intanto, iniziamo dalla prevenzione nelle scuole e nelle parrocchie”.

 

Fonte: Quotidiano La Sicilia- Articolo a firma di Valentina Maci

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...