Autismo: La dep. Lorefice chiede l’aggiornamento delle linee guida

Il Ministero della Salute ha risposto all’interrogazione della parlamentare Marialucia Lorefice con la quale la deputata chiedeva perché non fosse stato ancora adottato il decreto di aggiornamento delle linee di indirizzo per la promozione e il miglioramento della qualità e dell’appropriatezza degli interventi assistenziali dei disturbi pervasivi dello sviluppo, con particolare riferimento ai disturbi dello spettro autistico, linee che dovevano essere aggiornate entro 120 giorni dall’adozione del decreto sui nuovi Lea, Livelli Essenziali di Assistenza, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 18 marzo 2017.

       «Da allora sono passati ben otto mesi -sottolinea la Lorefice, membro della XII Commissione Affari Sociali-, per questo motivo ho ritenuto doveroso chiedere spiegazioni e dare una risposta a tutti coloro che ogni giorno vivono il dramma della malattia e non si sentono supportati dallo Stato in maniera concreta.

       Il Sottosegretario alla Salute, Faraone, ha evidenziato nella risposta –aggiunge la Lorefice- che lo scorso 26 luglio è stato stipulato un accordo di collaborazione (con validità ventiquattro mesi) tra il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di Sanità che dovrà anche garantire l’aggiornamento delle Linee di indirizzo in questione. Per la stesura di queste è stato istituito un gruppo di lavoro composto da rappresentanti delle Regioni, degli enti locali, delle associazioni e dell’Istituto Superiore di Sanità, ed è coordinato dal Ministero della Salute. Quest’ultimo ha chiesto alle rappresentanze di segnalare criticità e priorità sulla base delle quali è stata redatta una bozza di documento le cui osservazioni sono in via di recepimento. Tale procedura, secondo quanto sostiene il ministero, si concluderà entro il mese corrente, dopodiché il documento verrà trasmesso in conferenza Stato-Regioni, ultimo step per assicurare la giusta tutela su tutto il territorio nazionale.

       Auspico –conclude la parlamentare iblea- che non passino mesi o anni per concluder l’iter. Tra l’altro, voglio sottolineare che nella legge di stabilità del 2016 fu approvato un emendamento del M5S che prevedeva lo stanziamento di un fondo di 5 milioni di euro, risorse che furono destinate proprio all’aggiornamento delle linee di indirizzo, per cui l’attesa diventa ancora più ingiustificabile. Quindi, si proceda celermente nell’unico interesse della tutela della salute dei cittadini.»

È possibile visionare l’interrogazione cliccando sul seguente link

http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=5/12026&ramo=CAMERA&leg=17

Ufficio stampa Valentina Maci Odg 153453       

  Twitter: @Mlucialor

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...