Catania, Siracusa e Ragusa, sisma del ’90, Dep. Lorefice: “Continuano le disparità nei rimborsi, tagli del 50% e i fondi non basteranno”

«Arrivano i rimborsi per le vittime del sisma del ’90 -rende noto la parlamentare uscente Marialucia Lorefice-. Peccato che ad essere rimborsati saranno in pochi e solo per il 50%. Saranno rimborsati solo coloro i quali, tra dipendenti e pensionati, avranno presentato l’istanza di richiesta di rimborso entro il primo marzo 2010. Il tutto fino ad ‘esaurimento scorte’, cioè fino a quando le somme stanziate termineranno. Succederà presto visto che 90 milioni di euro non potranno coprire i rimborsi.

img_3431-1

Una vera e propria débâcle di questo Governo che coinvolge i contribuenti di Catania, Siracusa e Ragusa. In questi anni di legislatura -evidenzia la Lorefice- mi sono molto occupata dei rimborsi ai contribuenti delle zone colpite dal sisma del ‘90 con numerosi atti e interrogazioni a favore delle vittime. Avevamo anche proposto un emendamento in bilancio. Abbiamo chiesto spiegazioni all’Agenzia delle Entrate. Né il Governo né l’Agenzia delle Entrate hanno mai risposto. L’ultima interrogazione, in ordine di tempo, della quale sono stata prima firmataria è stata rivolta al Ministro dell’Economia e delle Finanze. Avevamo chiesto al Ministro di farsi promotore attivo a favore dell’immediata ottemperanza delle disposizioni normative per i contribuenti vittime del sisma. Sono soldi dei cittadini non è ammissibile che ci siano figli e figliastri. Vanno rimborsati tutti, dal primo all’ultimo».

 

L’addetto stampa Valentina Maci Odg 153453

 

 

 

3e348926-5977-48de-b4f1-c0de83d399d2-1

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...