M5S: “Ereditata situazione disastrosa. Al lavoro per garantire i Lea”

2 agosto – “Il Movimento 5 Stelle è sempre stato in prima linea contro i tagli lineari in Sanità, come si evince chiaramente anche dal Contratto di Governo, tagli che influiscono in modo irreparabile sulla salute e la dignità di pazienti e personale medico e sanitario”. Così in una nota i componenti M5S della Commissione Affari sociali alla Camera.

“A causa delle cieche politiche dei precedenti governi abbiamo ereditato una sanità malconcia, nella quale le quotidiane emergenze vengono superate solo grazie alla preparazione e alla dedizione di medici e personale sanitario.

Questo Governo sta lavorando con grande impegno per dare risposte concrete, al fine di garantire i livelli essenziali di assistenza in modo equo ed uniforme in tutte le regioni italiane.

la realta’ ci consegna una situazione per la quale, a distanza di circa un anno e mezzo dall’approvazione del Dpcm nuovi LEA, di fatto i cittadini non vedono differenze rispetto al passato. di questo ha parlato in modo trasparente il ministro Grillo nell’audizione odierna, di fronte alle commissioni Affari sociali e Sanità, della Camera e del Senato.

Come ha già annunciato il ministro, “l’obiettivo è garantire una sostenibilità economica effettiva ai livelli essenziali di assistenza (LEA) su tutto il territorio nazionale. In proposito ricordo che la mancata approvazione del nomenclatore delle prestazioni dell’assistenza specialistica ambulatoriale è legata, poco banalmente, alle coperture finanziarie. Complessivamente i nuovi LEA sono bloccati al Ministero dell’Economia e delle Finanze per una cifra di circa 600 milioni. Dunque, ci sono pochi dubbi rispetto al fatto che abbiamo ereditato una situazione pesante”.

“Questo Governo – aggiungono – dal momento del suo insediamento ha attuato misure volte a recuperare risorse economiche che negli anni sono state sottratte. Non siamo di certo noi i responsabili degli infiniti tagli alla Sanità, – concludono – ma da subito ci siamo messi al lavoro nell’unico interesse dei cittadini”.

Fonte:http://www.quotidianosanita.it/m/governo-e-parlamento/articolo.php?approfondimento_id=11367&fr=n

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...