Farmaci biosimilari, incontro della Dep. Lorefice con BiogenItalia

Da parte del #M5s, da tempo, c’è attenzione sull’impiego dei #farmacibiosimilari, che vanno ad aumentare le opzioni di cura del paziente, spesso a costi inferiori rispetto al “farmaco originatore.” Il farmaco biosimilare è un farmaco biologico simile in termini di qualità, efficacia e sicurezza al “farmaco originatore”, precedentemente brevettato e autorizzato per la commercializzazione. Il brevetto di norma dà diritto a 20 anni di commercializzazione esclusiva del farmaco, una volta ammortizzati i costi, si permette ad altre aziende di produrre a costi inferiori i “biosimilari”.

Per approfondire tali aspetti oggi ho ritenuto opportuno incontrare i rappresentanti di #BiogenItalia, azienda all’avanguardia nell’ambito delle biotecnologie applicate alle neuroscienze per sviluppare terapie innovative a supporto delle persone affette da gravi patologie neurologiche, quali Sla, Alzheimer, Parkinson e sclerosi multipla.

Biogen, puntando sull’innovazione e sulla sostenibilità, si occupa della produzione di farmaci biosimilari e stima che dalla competizione diretta tra farmaco biologico originatore e biosimilare si avrebbe un risparmio medio per il SSN pari a 60 milioni di euro l’anno!

Significativo per l’azienda e per tutti i produttori di farmaci biosimilari è il Position paper elaborato da #AIFA a marzo 2018, nel quale si precisa che il farmaco biologico ed i farmaci autorizzati da EMA come suoi biosimilari sono considerati prodotti tra loro terapeuticamente equivalenti ed intercambiabili nella pratica clinica.

Permangono però ancora numerose criticità, a causa delle difformità regionali nelle modalità di utilizzo di questi farmaci.

Da parte del ministero della Salute c’è sicuramente la volontà di approfondire e valutare le proposte attinenti l’impiego di farmaci biosimilari. La questione verrà affrontata nel tavolo recentemente istituito dal ministro Giulia Grillo sulla “governance farmaceutica”, al quale siederanno rappresentanti di Aifa (Agenzia italiana del farmaco), del ministero dell’Economia e delle Finanze, del ministero dello Sviluppo economico, della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. Ben vengano le proposte innovative in ambito farmaceutico che permettano nuove efficaci opzioni terapeutiche per i pazienti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...