Tribunali Modica-Mistretta-Nicosia, Lorefice e Pisani (M5S): “La condivisione d’intenti è indispensabile. Il nostro impegno è massimo”

Si è tenuto ieri mattina l’incontro organizzato dal Coordinamento regionale dei comitati costituiti a difesa dei Tribunali soppressi. Presenti, oltre ai rappresentato del Comitato di Modica, anche quelli dei Comitati e dei rappresentanti istituzionali di Mistretta e di Nicosia. E ancora, il sindaco di Modica,i rappresentanti dei vicini comuni di Ispica, Pozzallo e Scicli. Per la deputazione iblea, la presidente della Commissione Affari Sociali, Marialucia Lorefice e il senatore Pino Pisani. 
Un incontro durante il quale i rappresentanti del Coordinamento regionale hanno chiesto all’unisono ai parlamentari del M5S di mediare affinché il ministro alla Giustizia Bonafede incontri l’assessorato regionale Bernadette Grasso e venga siglata la convenzione con la quale si dia la possibilità di utilizzare i Palazzi di giustizia soppressi quali sedi distaccate.
“Abbiamo ascoltato le istanze pervenuteci –hanno evidenziato Lorefice e Pisani- ieri l’incontro col coordinamento e i sindaci di alcuni comuni del comprensorio, due settimane fa quello col presidente del tribunale di Ragusa. Importante è in questi casi conoscere i pareri e i punti di vista delle parti al fine di poter affrontare questa delicata situazione nel modo più opportuno. Come rappresentanti del territorio il nostro compito è anche avanti le istanze che ci provengono da essi. Cosa che negli anni abbiamo sempre fatto, mantenendo fede agli impegni presi. 
Le richieste del coordinamento rientrano -continuano-, chiaramente, in una più ampia riforma giudiziaria che non riguarderebbe soltanto gli ex tribunali di Modica, Mistretta e Nicosia ma anche gli altri 27 soppressi in tutta Italia. 
Tuttavia, ritenendo che nel caso specifico, ad esempio, di Modica i costi per la manutenzione di un immobile il cui mutuo fino al 2024 resta vincolato all’uso dello stesso per uffici giudiziari sottoporremo ancora una volta il caso dei tribunali siciliani al ministro Bonafede. Certi che se una risposta dovrà arrivare arriverà. 
L’unione d’intenti -concludono Lorefice e Pisani- rispetto ad un problema fa sicuramente la differenza e, com’è stato ieri mattina, rende il senso anche della condivisione delle idee nei confronti  dell’impegno per la comunità”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...